Il Diritto Ambientale: Tutela, Normativa e Responsabilità

Ruolo dell’Avvocato Ambientale

Il Diritto Ambientale, ramo del Diritto Amministrativo, si occupa della normativa finalizzata alla salvaguardia e alla conservazione dell’ambiente. Questa branca legale comprende regolamentazioni riguardanti l’inquinamento idrico, atmosferico, la gestione dei rifiuti e progetti energetici da fonti rinnovabili. Caratterizzato da normative settoriali specifiche, il Diritto Ambientale incorpora strumenti come la Valutazione di Impatto Ambientale (VIA), che considera in maniera integrata tutti gli aspetti ambientali.

Legislazione e Strumenti Giuridici

La normativa principale in materia è rappresentata dal Codice dell’Ambiente, disciplinato dal Decreto Legislativo 152/2006. Questo codice delinea i principi fondamentali nella sua prima parte, mentre la seconda parte si concentra sulla Valutazione di Impatto Ambientale. Le successive sezioni trattano la tutela delle acque, la gestione dei rifiuti, la bonifica dei siti inquinati, la protezione dell’aria e la responsabilità ambientale. Oltre alla normativa nazionale, è essenziale considerare anche quella dell’Unione Europea, poiché molte leggi ambientali derivano da direttive europee.

Obblighi e Sanzioni

Le aziende anche le più piccole sono soggette a diversi obblighi ambientali, considerando l’ampio impatto delle loro attività sull’ecosistema. Questi includono il divieto dell’uso di sostanze nocive, il riciclaggio dei rifiuti ecc. Le violazioni di queste norme possono comportare pesanti sanzioni penali e amministrative, il sequestro dell’azienda e in alcuni casi più gravi la confisca dell’intero compendio aziendale. Spesso nell’immediatezza vine operato il sequestro dei mezzi utilizzati per il reato.

Responsabilità per Danno Ambientale

Il concetto giuridico di “ambiente” rappresenta un bene giuridico immateriale, coinvolgendo interessi individuali, collettivi e pubblici. La responsabilità per danno ambientale è regolata da leggi nazionali e dalla Direttiva Europea del 2004. Affinché si configuri una responsabilità civile, è necessario che il danno ambientale sia concreto, quantificabile e che vi sia un nesso causale tra l’azione e il danno.

La Legge Italiana 156/2006 stabilisce norme per la tutela risarcitoria contro i danni ambientali. Chiunque violi queste norme è tenuto a ripristinare lo stato dei luoghi entro un termine fissato dalle autorità competenti. Le sanzioni includono reclusione e multe, applicate in base alla gravità delle violazioni ma, nei casi più gravi anche il sequestro e, in caso di condanna, la confisca di tutta l’azienda.

Ruolo dell’Avvocato Ambientale

Gli avvocati specializzati in Diritto Ambientale forniscono consulenza legale preventiva, consigliando strategie e tecniche per evitare violazioni future. Offrono assistenza legale durante le transazioni immobiliari industriali e nelle questioni riguardanti la conformità normativa. L’obiettivo è evitare violazioni che possano danneggiare l’ambiente, la reputazione e il successo economico delle aziende.

Più spesso, gli avvocati sono chiamati a difendere l’imprenditore dai vari reati contestati in materia ambientale, solo la specializzazione nella materia de quo può assicurare ampi margini di successo.