La Responsabilità Penale Accresciuta del Chirurgo Estetico: Dovere Informativo e Insuccessi Operatori

La chirurgia estetica è diventata sempre più comune, suscitando interrogativi sulle responsabilità del chirurgo estetico in caso di insuccesso e sulle implicazioni civili del risarcimento danni. Scopri quali sono i doveri informativi del chirurgo estetico e i limiti della sua responsabilità penale.

La chirurgia estetica, in risposta alla crescente richiesta di accettazione del proprio corpo, ha sollevato questioni fondamentali sulle responsabilità del chirurgo estetico e sulle implicazioni legali in caso di insuccesso.

  1. Maggiore Onere Informativo del Chirurgo Estetico: Il chirurgo estetico ha l’obbligo di fornire al paziente un’informazione completa e dettagliata, considerando che il risultato della chirurgia plastica è orientato al miglioramento estetico. La giurisprudenza ha stabilito un maggior onere informativo per il chirurgo estetico, garantendo al paziente un consenso pieno e informato. Sentenze significative come la Corte di Cassazione n. 10014/1994 e la decisione del Tribunale di Pistoia n. 595/2021 hanno contribuito a chiarire questo principio.
  2. I Limiti della Responsabilità Penale del Chirurgo Estetico: La Corte di Cassazione ha distinto tra “malattia” e “inestetismi”, stabilendo che solo nel primo caso si configura un reato di lesioni. La legge ha definito la responsabilità penale del medico, escludendo la punibilità nei casi di imperizia seguita alle linee guida adeguate, come confermato nella sentenza n. 50078/2017.
  3. Conclusioni: Nonostante le divergenze giurisprudenziali, il focus sulla chirurgia estetica è aumentato. L’onere informativo del chirurgo è cruciale per ottenere un consenso volontario e consapevole. Tuttavia, l’elevato onere probatorio sul chirurgo plastico può risultare eccessivo. La figura dello psicologo è diventata cruciale per supportare il paziente durante il processo operatorio e post-operatorio. La giurisprudenza propende per un’obbligazione di risultato, ma il paziente deve essere consapevole dei rischi associati all’intervento. In definitiva, la chirurgia estetica richiede una valutazione approfondita dei rischi e una comunicazione chiara tra medico e paziente.